© Copyright 2019 IPERCUBO

Mostra inaugurale di IPERCUBO su Artsy: It’s Hot Outside, giovedì 9 luglio.

Mostra inaugurale di IPERCUBO su Artsy: It’s Hot Outside, giovedì 9 luglio.

It’s Hot Outside

Ivana Adaime Makac, Camilla Alberti, Roy Ascott, Sarah Ciracì, Baptiste Debombourg, Manuel Esnoz, Brian Montuori, Patrizia Posillipo, Adelisa Selimbašić, Axel Straschnoy, Ludovic Thiriez.

9 luglio – 1 settembre 2020

Artsy Online Exclusive

Link alla mostra

It’s Hot Outside è la mostra inaugurale di IPERCUBO, con una selezione di opere di tutti gli artisti attualmente rappresentati dalla galleria.

Il titolo allude all’interconnessione dell’attuale situazione globale: a livello sociale e politico, nonché a livello ambientale. In effetti, fa caldo fuori non solo perché nell’emisfero settentrionale è estate, ma perché in tutto il pianeta la crisi climatica ha fatto aumentare la temperatura come mai prima d’ora. Questa crisi, come sappiamo, è allo stesso tempo legata alla deforestazione e all’abuso di altre specie (ad esempio l’allevamento intensivo), che insieme sono state identificate anche come due dei principali motivi di spillover zoonotici – quando i virus “saltano” da una specie animale non umana agli umani –  che si stanno verificando ormai abitualmente. Uno degli spillover più recenti ha causato l’attuale pandemia globale di COVID-19 e, ad esempio, diversi focolai recenti in aree in cui si presumeva fosse tutto sotto controllo,  sono emersi nei macelli e nelle strutture di allevamento intensivo.

Questi argomenti sono affrontati in modo diretto o indiretto da tutti gli artisti della mostra, ed è infatti la missione della galleria di promuovere ricerche artistiche che si impegnano con un approccio critico ai modi umani e non umani di essere nel mondo. Spingersi a pensare oltre il tempo e lo spazio umani per immaginare nuovi possibili scenari e strategie di uscita rispetto al crescente “calore che si sente fuori”,  è la missione ed il legame di tutti gli artisti  che IPERCUBO rappresenta. Attraverso qualsiasi mezzo, tutti offrono attraverso la loro opera una visione più complessa della contemporaneità: sono tutte pratiche artistiche in cui il pensiero critico si unisce a un’estetica raffinata per riflettere sulle nostre relazioni con altri esseri viventi, con la tecnologia, con i modi di fare arte e, più in generale, con i modi in cui il mondo è creato da ciascuno dei suoi abitanti.

Andrea Esposito, Gabriela Galati, Matteo Graniti,
Co-fondatori & Direttori